EN

CINDIA, METÀ POPOLAZIONE MONDIALE

“L’impero di Cindia”, è un importante libro pubblicato nel 2006 dal giornalista Federico Rampini.

In esso si parla di come il “Secolo Cinese”, (cioè quello che stiamo vivendo secondo la previsione, azzeccatissima, dell’autore), non sarà dominato solo dalla Cina ma anche da un altro grande paese: l’India…

 

Da qui il titolo CINDIA cioè Cina e India. Se fossero insieme rappresenterebbero più o meno la metà della popolazione mondiale.

Certo le due nazioni hanno gradi di sviluppo molto diversi ma se non stupisce il livello avanzatissimo della tecnologia e della economia cinesi ai più forse sfugge che anche l’India sta facendo dei grandi progressi e risulta molto attraente per gli investitori occidentali in quanto è molto diffusa la conoscenza della lingua inglese e vi è un buon livello di cultura tecnico-scientifica.

 

I rapporti tra i due paesi non sono però sereni, vi sono dispute territoriali, strascichi di antiche tensioni e soprattutto concorrenza economica e geo-politica.

Naturalmente il rapporto di forze è nettamente a favore della Cina, soprattutto sul piano dell’export.

Basti pensare che il mercato degli smartphone, che in India si sta sviluppando in maniera esponenziale, è per il 75,1 dominato da quattro produttori che sono Xiaomi, Oppo, Vivo e One plus, tutti e quattro ovviamente cinesi.

Fiorendo il mercato degli smartphone è normale che si sviluppi anche quello delle App.

Nella prima metà di quest’anno il 40% del mercato era nelle mani dei Cinesi con 5 nella top ten e Tik Tok saldamente in testa al comando con più di 600 milioni di downloads.

Famous social media apps in Asia

Recentemente però ci sono stati degli scontri di confine che hanno portato alla morte di alcuni soldati Indiani.

Ovviamente il governo Indiano non poteva far finta di nulla…ma come rispondere?

Militarmente no, la Cina è un avversario pericoloso e, anche se , dal punto di vista dei numeri i due eserciti più o meno si equivalgono lo strapotere economico Cinese sarebbe devastante per l’India.

Si, qualcuno penserà, ma cosa c’entra tutto questo con i telefonini e le App?

C’entra perché è proprio sulle app che si è vista la rappresaglia Indiana

La prima App a essere bannata è stat proprio Tik Tok seguita da altre 200 e passa.

TikTok banned in India

L’elenco, senza mai fare riferimento alla Cina, definisce queste app “pericolose per la sicurezza nazionale”, senza ovviamente darne giustificato motivo.

Viviamo ormai in un mondo in cui le app non sono solo più dei semplici “svaghi”, ma vere e proprie “leve”, di pressione politica e se qualcuno ancora non ne è convinto ripensi alle note questioni tra l’ex (per fortuna), presidente Trump e i vari Tik Tok, Twitter e Facebook

 

GO BEYOND THE WALL


Luigi Pelissero

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di