EN

LA STRATEGIA DI GUCCI IN CINA

GUCCI: LA STORIA

Fondata nel 1921 da Guccio Gucci, Gucci è tra i marchi di moda italiani più duraturi e ancora oggi fiorenti. Le sue radici risalgono alla produzione di bagagli, ristorazione per le élite Italiana con oggetti da viaggio opulenti. Equipaggiando anche la comunità equestre. Nel corso degli anni, si è evoluto in una casa di moda iconica con un ricco patrimonio.

Negli ultimi tempi, sotto la direzione creativa di Alessandro Michele, Gucci ha guadagnato ulteriore popolarità per i suoi disegni eclettici ed eccentrici, combinando elementi tradizionali con stili contemporanei e d’avanguardia. Questa nuova direzione ha attratto un pubblico più giovane e diversificato, rendendo Gucci un nome di primo piano nel mondo della moda.

GUCCI: IL LOGO

Il logo Gucci è uno dei simboli più riconoscibili e iconici nel settore della moda. È una doppia G ad incastro disegnata da Aldo Gucci che rappresenta le iniziali del padre. E ‘stato creato nei primi anni 1930, quando il marchio si stava espandendo oltre i bagagli e in altri beni di lusso.
In più, il logo rimane un elemento costante ed essenziale dell’identità del marchio.

Logo Gucci in WeChat

I PUNTI CHIAVE DELLA STRATEGIA DI GUCCI IN CINA

Di fatto, il successo dietro la strategia di Gucci in Cina può essere accreditato ad avere una delle storie del brand più autentiche nel settore del lusso. Si presenta come un’espressione audace e impenitente dell’individualità. Privilegiando anche questo aspetto, facendo affidamento esclusivamente sulle pelli o materiali più pregiati, anche se eccelle ancora in questi aspetti. 

Ciò che distingue Gucci è la sua attenzione per affrontare qualcosa di profondamente rilevante per i consumatori – la pressione che le persone sentono nel soddisfare le aspettative della società, sia da parte della famiglia, amici, colleghi, o dalla società in generale.

Tra i mercati di Gucci, la Cina è uno dei più importanti dal 2006. Oggi Gucci ha 40 negozi in Cina, è ben noto sui social network, e ha una grande base di clienti. Gucci è uno dei marchi di lusso più popolari, e questi sono i punti chiave della strategia di Gucci in Cina:

AUMENTARE L’ENGAGEMENT DEI CLIENTI CON I MINI-PROGRAMMI WECHAT

Gucci è andato oltre la semplice creazione di negozi online e ha introdotto due mini-programmi WeChat, vale a dire “Gucci Beauty Self-expression” e “Gift Card“. 

Questi mini-programmi offrono esperienze uniche agli utenti e facilitano le interazioni personalizzate tra il personale Gucci e i clienti, una mossa strategica volta a migliorare la fedeltà del marchio e ad attirare nuovi clienti.

Il “Mini Programma Gucci Beauty Self-expression” è progettato per il divertimento e la creatività, consentendo agli utenti di caricare i propri selfie e trasformarli in emoji Gucci personalizzati. Questa funzione offre agli utenti una piacevole fuga dalle loro routine quotidiane, immergendoli nel mondo accattivante della cultura Gucci.

Dall’altra parte, il “Mini Gift Card Program” presenta un design pulito e minimalista che riflette lo stile elegante del marchio. I clienti possono acquistare e inviare buoni regalo virtuali ai loro amici, accompagnati da un messaggio sentito. Queste carte regalo possono essere facilmente riscattate in qualsiasi negozio Gucci, senza problemi. Allineandosi anche con le preferenze dei giovani di oggi, che cercano convenienza, velocità e immediatezza nelle loro esperienze di shopping. 

Quindi, questa iniziativa non solo mostra l’impegno di Gucci per l’attenzione interpersonale, ma si rivolge anche alle abitudini di shopping in evoluzione della generazione moderna.

Gucci WeChat Mini program

COLLABORAZIONI DI GUCCI CON I KOLS CINESI

Altrettanto importante è la collaborazione con i principali opinion leader. Che è diventato un aspetto cruciale per i marchi di lusso in cerca di successo in Cina, e Gucci non fa eccezione. 

Infatti, Gucci ha recentemente annunciato Xiao Zhan, un membro della boy band cinese X Nine e stella nascente conosciuta per il suo ruolo nel popolare dramma televisivo “The Untamed”, come loro ambasciatore del marchio. Questa mossa strategica ha catapultato Gucci ai vertici delle tendenze sui siti web cinesi, portando a un rapido aumento delle vendite durante la notte.

(Xiao Zhan x Gucci, cortesia di Gucci)

Lo stile androgino di Xiao Zhan completa le delicate qualità dei prodotti Gucci, creando un allineamento perfetto. Secondo Marco Bizzarri, CEO di Gucci, Xiao è stato scelto non solo per la sua fama, ma anche per la sua forte mentalità, che rispecchia i valori del marchio. 

Questa collaborazione ha dimostrato di essere molto efficace nel catturare l’attenzione e l’ammirazione del pubblico cinese. Consolidando ulteriormente la posizione di Gucci come marchio di lusso favorito nella regione.

LA STRATEGIA DI GUCCI IN CINA: ABBRACCIARE LA DIVERSITÀ

Per la sua Collezione Cruise 2018, Roman Rapsody, Gucci ha scelto ordinari residenti romani come modelli, indipendentemente dall’età o dalla cultura. L’obiettivo infatti era quello di rappresentare la vera società romana. 

Sonia Zhou era tra loro, una signora cinese di mezza età che ha catturato l’attenzione dei cittadini cinesi. Sonia Zhou è un’immigrata cinese diventata proprietaria del famoso ristorante cinese Hangzhou di Sonia.

La campagna non è stata pensata per celebrare anticonformismo ed eccentricità, valori fondamentali del brand. Trasmettendo affinità e inclusione culturale, la partecipazione di Sonia Zhou ha attirato l’attenzione del popolo cinese. Portando sia ad un aumento esagerato delle vendite sia a rendere Gucci uno dei temi più caldi su Weibo.

Gucci RED Account Ufficiale

LA STRATEGIA DI GUCCI IN CINA: VINCERE GEN Z

Per la Gen Z, la storia e il posizionamento di un marchio devono allinearsi perfettamente per essere accattivanti, e in questo settore, Gucci si distingue come il migliore.

Inoltre, le campagne di comunicazione di Gucci sono ineguagliabili nella loro diversità e inclusività, abbracciando tutte le età ed espressioni della razza. Abbracciando la diversità, Gucci ha sconvolto il mercato del lusso, stabilendo un nuovo standard per l’inclusione. 

È stato questo approccio a conquistare la Generazione Z, che identifica Gucci come il suo “brand personale” attraverso i social media.

GUCCI: L’ANNO DELLA TIGRE, CASO STUDIO

Per celebrare l’Anno della Tigre, Gucci ha eseguito una mossa strategica aprendo negozi pop-up a Nanchino e Shanghai, rafforzando la sua campagna per il Capodanno Cinese. 

Sotto la direzione creativa di Alessandro Michele, l’iconica tigre Gucci ha preso vita tramite storie accattivanti. Ognuna ha catturato magnificamente l’essenza dei preziosi valori cinesi, come la famiglia e l’unione. 

Inoltre, la campagna comprendeva anche gli ambasciatori globali, tra cui Chris Lee, Ni Ni e Lu Han. Grazie a loro Gucci ha raccolto un immenso interesse e impegno attraverso le piattaforme di social media cinesi. Il video della campagna da solo ha raccolto 25 milioni di visualizzazioni su Weibo. Mentre l’hashtag #GucciTiger ha raggiunto 430 milioni di spettatori, evidenziando l’impatto significativo delle sponsorizzazioni delle celebrità per i marchi di lusso.

(Gucci Anno Della Tigre – cortesia di Gucci)

Al fine di mantenere lo slancio della campagna, Gucci ha lanciato iniziative digitali interattive e specifiche per la piattaforma in collaborazione con queste celebrità influenti. Una sfida di Douyin con la tigre Gucci e le stampe floreali della collezione ha raccolto ben 330 milioni di visualizzazioni su YouTube in soli cinque giorni. Inoltre, un’esclusiva campagna Weibo ha offerto agli utenti la possibilità di vincere accessori per campagne virtuali per le loro foto profilo. Il risultato sono state 240 milioni di visualizzazioni sotto l’hashtag #CuteTigerProfilePhoto.

Gucci Weibo Official Account

In più, Gucci ha lanciato un mini-programma WeChat che ha fornito agli utenti previsioni personalizzate per il nuovo anno e suggerimenti di prodotto su misura per i loro oroscopi. Per aggiungere un tocco di festa, hanno offerto sfondi digitali con temi di campagna per gli utenti di scaricare. Gucci ha anche presentato buste rosse virtuali in edizione limitata, che gli utenti hanno potuto inviare in regalo alla loro famiglia e agli amici durante il periodo celebrativo.

GUCCI: LA NUOVA STRATEGIA CINESE 2023

Nel 2023, la nuova strategia di Gucci in Cina prevede un maggiore coinvolgimento dei clienti cinesi.
Il 28 aprile il brand ha inaugurato l’accattivante mostra “Gucci Cosmos” al West Bund Art Center di Shanghai. Questa mostra rende omaggio all’illustre storia di 102 anni di Gucci, portando i visitatori in un viaggio attraverso i decenni e celebrando il suo patrimonio fiorentino.

Per sponsorizzare l’evento, il marchio ha utilizzato Instagram per costruirne l’anticipazione. Ad esempio, condividendo contenuti appositi e un video della visita dell’ambasciatore globale Xiao Zhan all’archivio Gucci di Firenze. In particolare, la campagna pubblicitaria è stata realizzata dal modello cinese Liu Wen, per mostrare la leggendaria borsa Gucci Bamboo 1947.

Con l’avvicinarsi dell’apertura della mostra, Gucci ha spostato la sua attenzione di comunicazione da Firenze a Shanghai. E lo ha fatto mostrando gli ambasciatori globali Chris Lee, Ni Ni e Lu Han tra i grattacieli Oriental Pearl di Shanghai. L’installazione video è stata davvero accattivante e ha aggiunto fascino all’evento.

Senza dubbio la decisione di Gucci di presentare la mostra “Gucci Cosmos” in Cina dimostra il riconoscimento del marchio per l’importanza del mercato cinese. 

Infatti, i tempi della mostra in Cina da aprile a giugno sono stati strategici. Questo perché hanno permesso al mercato cinese di approfondire la storia leggendaria di Gucci prima di intraprendere un nuovo capitolo con il nuovo direttore creativo. “Gucci Cosmos” offre un’esplorazione accattivante dell’eredità del marchio, ponendo le basi per una nuova entusiasmante fase nel viaggio straordinario di Gucci.

GUCCI: LA STRATEGIA CHIAVE E IL FUTURO 

Per concludere, la strategia di Gucci in Cina si compone di tre punti focali. Sfruttando i mini programmi di WeChat, abbracciando l’inclusione culturale e continuando a catturare l’attenzione della Gen Z. Tutto questo continuando a spingere i confini della creatività e della moda pur rimanendo fedeli ai suoi valori.
Aderendo a queste strategie, Gucci si è assicurata la sua posizione di marchio del lusso leader, consolidando la sua influenza sul mercato.

Per il 2023, secondo mffashion, si prevede una crescita organica del 9% per Gucci. 
Ma sarà possibile avere certezza sulle future vendite di Gucci in Cina solo dopo aver osservato la reazione del mercato cinese alle collezioni del nuovo direttore creativo della maison, Sabato de Sarno.

Long Advisory digital marketing agency in China

Long Advisory supports Western companies in China through digital marketing. In fact, our experience has led us to believe that today, the best and most convenient approach to making your brand well-known in China is through a digital approach. Furthermore, thanks to our know-how, we know how to make your brand known to potential Chinese consumers. With the effective coordination of Long Advisory, your company will see a new rise in the largest market in the world: China.

Long Advisory is a digital marketing agency specializing in developing digital marketing solutions tailored for the Chinese market. 

Interested in expanding your brand in China? Contact us for more info and details at info@longadvisory.eu

GO BEYOND THE WALL

Facebook
Twitter
LinkedIn
Il mercato cinese ha visto crescere la domanda e l’interesse degli investitori e dei consumatori per i marchi di lusso stranieri, soprattutto negli ultimi
Il “Dragon Boat Festival” è un’importante festività cinese tramandata da generazioni per la sua rilevanza culturale legata alle radici della tradizione popolare cinese. Secondo
Facebook
Twitter
LinkedIn