EN

LE OPPORTUNITA’ ECONOMICHE PER LE SQUADRE DI CALCIO EUROPEE IN CINA

La Cina è ormai una presenza importante nel panorama calcistico mondiale come dimostrano i principali sponsor degli Euro 2020. Scopriamo quali sono le opportunità per i brand occidentali nel mercato orientale.

 

Oggi non si stupisce più nessuno quando squadre con antiche tradizioni e altissimo livello (vedi Inter), vengono acquisite da imprenditori Cinesi i quali apportano un ingente quantitativo di denaro, oppure per eventi calcistici di rilevanza mondiale, i brand e prodotti cinesi risultano essere fra i principali partner e sponsor degli eventi. Un esempio è il caso Alipay, azienda del magnate Jack Ma, che ha speso milioni di euro per diventare tra i principali brand della competizione europea 2020.

Footballers in China

Un ulteriore aspetto da prendere in considerazione fa riferimento ai vari calciatori e allenatori che oggi vivono in Cina, dopo aver accettato ingaggi milionari da parte dei club Cinesi.

 

Quali sono le opportunità economiche che la Cina offre al mondo occidentale?

growth in china

Come riporta la UEFA, nel 2015 gli investitori cinesi sono stati i maggiori investitori in club stranieri. Gli investitori cinesi hanno già acquistato quote di minoranza in Manchester City e Atletico Madrid e quote di maggioranza in Aston Villa e West Bromwich Albion. Ma in Premier League c’è così tanta concorrenza tra i proprietari miliardari che allontanarsi e “acquistare” entrambi i club che partecipano a uno dei più grandi derby di calcio in un campionato in crescita, potrebbe rivelarsi la mossa giusta.

Premier Legue China

Sia l’Inter che il Milan, club con una grande storia e tradizione, avevano già una massiccia tifoseria globale. La loro base di fan in Cina crescerà, dal momento che i club sono ora di proprietà cinese e i loro esperti di marketing si rivolgeranno specificamente al mercato cinese.

Inter Milan China

 

Prima che la Rossoneri Sport Investment Lux acquistasse il Milan, i Giganti Italiani erano già tra le prime 5 squadre di calcio più seguite in Cina (tra Manchester United, Real Madrid, Barcellona e Bayern München).

 

Pertanto, non sembra una sopravvalutazione aspettarsi che l’accordo con le catene di vendita al dettaglio cinesi possa aiutare il merchandising ufficiale del Milan a raggiungere oltre 100 milioni di appassionati di calcio.

 

L’obiettivo a breve termine è vendere il merchandising ufficiale del Milan al 5% di questi 100 milioni di tifosi e generare un reddito di circa 250 milioni di euro, mentre l’obiettivo a lungo termine è raddoppiare quelle vendite e raggiungere l’apice della popolarità del Real Madrid e del Barcellona in Cina .

 

Quanto sono famosi i club e calciatori occidentali nei social cinesi?

 

15,7 milioni sono i followers che seguono Cristiano Ronaldo sulle piattaforme social cinesi in particolare Kuashou (concorrente di Tik Tok), Douyin (la versione cinese del social Tik Tok), e Wueibo.

 

Dal 2018 a oggi il totale dei followers che, solo su Douyin, seguono le squadre è passato da 2,5 a 19,2 milioni. Se poi parliamo di Weibo i numeri sono davvero impressionanti: da 52 milioni del 2017 ai 154 del 2020

Football brands in China

In testa alla classifica delle squadre più seguite abbiamo il Barcellona seguito dagli altri super team quali Bayern, Real Madrid, Manchester etc.

 

 

Per quanto riguarda le leghe invece, il campionato più seguito è indubbiamente quello inglese, la Premier League a cui seguono Liga e Bundesliga.

 

La serie A Italiana è ancora agli inizi (è stata lanciata solo a Dicembre 2020), per cui esistono molti margini di miglioramento e le squadre più influenti risultano essere Inter e Milan.

 

Opportunità di crescità per il mercato cinese

Opportunity in China

Secondo il portale di ricerche Statista, il market size legato al football in Cina è attualmente di 22 billioni di yuan (circa tre miliardi di euro). La stessa fonte ci indica che era di 12,5 billioni nel 2018 e raggiungerà probabilmente i 67,35 nel 2025.

 

Le principali fonti di guadagno per questi club sono i biglietti venduti, il merchandising e le sponsorizzazioni. La pandemia ha cambiato drasticamente l’approccio di questi club allo spettatore, togliendo uno delle principali fonti di introiti come il ticketing.

 

Quanto conta il merchandising per i brand di calcio?

Merchandise business

Riportando alcuni numeri ufficiali dei brand in questione, risulta che la Juventus il primo anno dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo ha venduto 1.315.000 magliette mentre il Manchester United (leader del settore), la bellezza di 4.950.000.

 

Non solo calcio, infatti uno dei brand più conosciuti al mondo per vendite di merchandising è proprio Harley Davidson, il quale risulta fatturare di più con la vendita degli accessori che con le moto stesse!!!

Harley Davidson

Qualcuno obietterà che questi discorsi sono validi solamente per quelle squadre che hanno una visibilità mediatica a livello mondiale, colossi che possono permettersi di investire sul lungo termine e in grado di ingaggiare le superstar del calcio globalizzato, ma in realtà questo era così solo fino a qualche anno fa.

 

Ad oggi infatti, una presenza sui social, specie se unita ad una valida piattaforma di e-commerce e una strategia di marketing accurata ed efficace, può costituire un elemento di sviluppo molto interessante anche per quei football team considerati ”minori”. La motivazione principale si trova nella mole di investimento che un brand deve sostenere a livello social, infatti oggi l’apertura e gestione di profili social in Cina risulta essere molto più vantaggiosa e remunerativa a discapito del solito ad in tv e nei magazine di settore.

 

Non dimentichiamoci che in Cina, fare spazio alle nicchie di mercato significa rivolgersi ad un bacino di alcuni milioni di potenziali utenti e quindi consumers.

 

GO BEYOND THE WALL


Luigi Pelissero & Matteo Buchta

 

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di