EN

L’IDROGENO: IL NUOVO ORO E TRA 20 ANNI SARÀ ESSENZIALE PER LE NOSTRE VITE

I Cinesi comprano quando vengono come turisti (venivano e speriamo verranno) e soprattutto comprano su internet, dove se non ci sei non esisti e se non esisti non vendi. Nonostante la pandemia, la Cina risulta avere una economia positiva a differenza del 99% dei paesi restanti, ciò significa che rappresenta un mercato irrinunciabile per le realtà occidentali!

Per avere successo in questo mercato, è importante comprendere quali sono le loro abitudini e i modi di vivere. L’esperienza Long Advisory ha dimostrato che un must have nel mondo cinese risulta essere lo smartphone!

Carpe Diem, cogliamo l’attimo. Ci troviamo di fronte ad una opportunità di crescita unica e irripetibile per i prossimi anni. Molti paesi pensano di non aver bisogno di sussidi finanziari, di unione né tanto meno della Cina. Presto però si troveranno a fronteggiare crisi dove il singolo mercato o persino continente potrà non essere sufficiente.

La soluzione è la diversificazione. Bisogna diversificare, così da avere una seconda strada nel momento in cui la prima risulterà frastagliata e priva di risultati. Questo concetto non va esclusivamente applicato al mondo del business ma come dimostrano i paesi scandinavi, la Germania e soprattutto la Cina, dobbiamo parlare di diversificazione anche nel settore dei carburanti ed eco sostenibilità.

Xi Jinping ha dichiarato che l’obiettivo della Cina, entro il 2060, è di diventare carbon neutral e per questa ragione si stanno diversificando al massimo le fonti energetiche, attingendo a quelle pulite. L’idrogeno è tra queste. Con 20 milioni di tonnellate prodotti annualmente (pari ad un quinto della produzione mondiale), la Cina ne è il primo produttore al mondo.

Risultato immagini per hydrogen economy

Il gigante petrolifero Sinopec si è impegnato a costruire un migliaio di stazioni di rifornimento entro i prossimi dieci anni. A Shanghai, l’azienda Refire Tecnology(produttore di celle a combustibile), ha messo in strada 500 camion alimentati ad idrogeno. Nel 2022 salperà la prima nave al mondo alimentata ad idrogeno.

Un brand che investe nell’idrogeno è Toyota che ha firmato degli accordi con alcuni produttori cinesi di celle a combustibile e conta di vendere 30.000 mezzi pesanti alimentati ad idrogeno entro il 2030. Entro il 2023 la sola Shanghai conta di avere almeno 10.000 vetture circolanti a idrogeno.

Sono molti i case studies che possiamo prendere in analisi ma il focus di questo breve scritto fa riferimento ad un solo ma importantissimo concetto: Carpe Diem! Bisogna agire e soprattutto bisogna farlo nella giusta direzione, prendendo in analisi non uno ma moltissimi mercati in cui comunicare: chi siamo e come lo facciamo.

La Cina non deve essere un obbligo ma deve essere assolutamente preso in analisi, perché solo la ricerca saprà dirvi quale delle due, sarà la strada giusta

 

GO BEYOND THE WALL


Luigi Pelissero

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di