EN

MA COME FANNO?

Mai come negli ultimi mesi si è parlato di Cina.

La nuova via della seta, il 5g, la guerra commerciale con gli USA, sono stati continuo oggetto di dibattito tra politici, economisti ed esperti del settore.

E poi naturalmente c’è stato il COVID19.

Sulle prime i Cinesi sono stati indicati più o meno apertamente come gli “untori”, o comunque la Nazione da cui è partita la pandemia.

Successivamente sono stati visti da alcuni come dei benefattori per gli aiuti che hanno portato anche in Italia, ma soprattutto siamo rimasti a bocca aperta per la velocità della loro reazione  e il massiccio utilizzo di tecnologie avanzatissime… e che dire poi dell’ospedale costruito in soli dieci giorni?

Ora sembra si sia entrati in una nuova fase.

La gente si muove tranquillamente tant’è che vi è stata una vera esplosione di turismo interno, i casi si contano (almeno così sembra), sulle dita di una mano e subito prontamente isolati, locali, scuole, discoteche… tutto aperto… il virus da quelle parti sembra appartenere al passato.

E ieri scopriamo che la Cina sarà una delle pochissime nazioni colpite dal virus a chiudere il 2020 con il PIL IN CRESCITA!!

Come ci sono riusciti?

Tre ragioni principali:

1) Oltre ad avere imponenti risorse economiche la Cina è un paese autoritario in cui le decisioni possono essere prese ed applicate molto più in fretta che in altri paesi

2) I Cinesi sono un popolo molto disciplinato e non particolarmente “caloroso”, il distanziamento sociale è quasi una abitudine. Inoltre, le persone erano già avvezze all’uso delle mascherine visti gli alti tassi di inquinamento delle città metropolitane.

 

3) Le tecnologie. I cinesi hanno dispiegato sul campo quanto di meglio la tecnologia possa offrire: dai droni per consegnare i pacchi e avvertire le persone di rientrare in casa agli assistenti robotici negli ospedali per non parlare dei sistemi di tracciamento tramite smartphone. Queste app già esistevano. Lo stato impose l’utilizzo di questi sistemi per garantirsi il controllo sulla popolazione già in epoca pre-covid ma a seguito della pandemia si sono rivelati strumenti essenziali per non dire indispensabili alla lotta contro il contagio.

E questo deve farci pensare ancora una volta su quanto sia fondamentale , oggi e domani ancora di più , non restare indietro ma investire nei social se si vuole entrare sul serio in quello che probabilmente diventerà il più ricco mercato del mondo.

 

GO BEYOND THE WALL


Luigi Pelissero

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di