EN

SMART CITY: HANGZHOU

Il concetto di “smart city”

si sta diffondendo a livello globale come modello per le città del futuro.

In genere esso si affianca all’obiettivo di ottenere città meno inquinate, maggiormente ecosostenibili e con servizi più efficienti. L’idea di smart city non è passata inosservata nemmeno in Cina, che ha già fatto di un’idea astratta qualcosa di concreto.

Il governo di Pechino ha più volte incentivato gli ecosistemi digitali a sviluppare degli strumenti per portare la Cina nella nuova era dell’intelligenza artificiale.

Alibaba Group ha accolto la sfida.

Ha incaricato il suo dipartimento Cloud dello sviluppo di un vero e proprio “cervello” tecnologico funzionale al miglioramento della vita cittadina.

l progetto che Alibaba Cloud ha sviluppato è attivo dal 2016 e prende il nome di ET City Brain. Il “cervello” a cui si fa riferimento nel nome è in realtà un sistema informatico complesso progettato per pensare esattamente come un cervello umano.

L’obiettivo è quello di rendere la città in grado di raccogliere informazioni e reagire velocemente ed efficacemente ad inaspettati cambiamenti di status.

L’ET City Brain è stato testato per un anno nella città natale di Alibaba Group, Hangzhou.

In termini pratici, il “cervello” di Hangzhou ha il controllo di circa 1200 semafori e 4500 videocamere.

Alibaba è autorizzato a raccogliere le immagini registrate dalle videocamere di sicurezza ed utilizzarle per ridurre la congestione del traffico.

Hangzhou, città dalla storia millenaria, ora all’avanguardia come hub tecnologico.

Ci si potrebbe chiedere quali siano i vantaggi per un’azienda privata nello sviluppare una tecnologia che apparentemente porta benefici solamente al settore pubblico.

In realtà, Alibaba grazie a questo progetto può godere del prestigio e dell’approvazione degli enti governativi per il suo lavoro.

Per concludere, il progetto di ET City Brain è sottoposto a continui miglioramenti.

Alibaba Cloud sta già sviluppando quest’idea per applicarla ad altri settori di cui beneficeranno i cittadini cinesi, tra cui la sanità.

Ciò che è certo è che sia il governo di Pechino sia gli ecosistemi digitali cinesi vedono in futuro una posizione centrale per l’intelligenza artificiale che dovrà andare a migliorare la qualità di vita della popolazione.

Matteo Buchta

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di