EN

TECH WAR: CINA VS USA

È la lotta commerciale più titanica del mondo.

Di fronte ci sono i giganti della tecnologia americana e cinese, guidati dai FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix e il genitore di Google, Alphabet) da un lato e i BAT (Baidu, Alibaba e Tencent) dall’altro.

Queste sono alcune delle più grandi aziende del pianeta, con una capitalizzazione in borsa combinata di oltre $ 4 triliardi. In gioco ci sono alcuni dei mercati più promettenti.

Perché, quindi, la battaglia è sfuggita in gran parte all’attenzione? Uno dei motivi è dove si sta svolgendo. I titani si sono evitati a vicenda nei loro mercati interni e le crescenti tensioni commerciali rendono sempre meno probabile che si verifichi uno scontro.

 

La Cina è il primo paese al mondo per vendite i Iphone.

Ad eccezione di Amazon e Apple, i FAANG sono già quasi vietati in Cina. L’America, nel frattempo, sta creando ostacoli alle imprese cinesi. L’amministrazione Trump ha dichiarato China Mobile, il più grande vettore al mondo, una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale.

Ant Financial, una consociata di Alibaba, è stata fermata dall’acquistare una società di pagamenti americana all’inizio di quest’anno. Sono in arrivo restrizioni più stringenti sugli investimenti. Un altro motivo per il basso profilo della battaglia è che non viene combattuta all’aperto.

Le aziende Americane hanno, in linea di massima, trapiantato i loro servizi su altri mercati; Amazon ha promesso oltre 5 miliardi di dollari per replicare le sue offerte in India, per esempio. Ma i giganti cinesi stanno prendendo una piega diversa, acquistando quote in aziende locali e intrecciandole in complessi servizi. L’ecosistema di Tencent e Alibaba, con oltre 1.000 partecipazioni in imprese straniere, di cui dozzine nei mercati emergenti. Insieme a Ant, hanno sostenuto il 43% di tutti gli unicorni asiatici, start-up per un valore superiore a $ 1 miliardo. Le aziende tecnologiche cinesi hanno pompato $ 5 miliardi in startup indiane nel 2017, con un aumento di cinque volte rispetto all’anno precedente.

La battaglia per i mercati emergenti merita maggiore attenzione , oltre la metà delle entrate di Google proviene da paesi diversi dall’America; otto dei dieci maggiori territori di Facebook per numero di utenti sono mercati emergenti.

Alibaba vuole aumentare il valore delle vendite del 50% sulla sua piattaforma che sono realizzate all’estero entro il 2025, implicando una crescita stratosferica in luoghi come l’India. Circa metà della popolazione mondiale è online e ciò crea moltissimi nuovi spazi da monetizzare. Inoltre, una vera rivalità tecnologica tra est e ovest promette di portare grandi benefici economici.

Ant e Tencent, ad esempio, stanno introducendo i tedeschi alle benedizioni di Alipay e WeChat Pay, i loro sistemi di pagamento mobile. Amazon ha contribuito a portare grandi magazzini e altre infrastrutture di e-commerce in India.

Amazon vs Alibaba

Per ora, nei paesi terzi, la concorrenza infuria.

America e Cina si contendono il primato digitale. I big data ricavati dal traffico online forniscono il carburante per l’intelligenza artificiale; decidere se confluire nei cloud di calcolo cinesi o in quelli americani potrebbe avere conseguenze su come i paesi in questione si evolveranno.

La battaglia tra FAANG e BAT è commerciale. Ma il suo risultato potrebbe mettere i paesi terzi in un campo o nell’altro, aumentando il rischio che il mondo alla fine si divida in due blocchi tecnologici.

Per le nostre aziende che devono promuoversi / vendere in rete questa “guerra” per il primato tecnologico può risultare un problema.

La giusta chiave di lettura per comprendere e sfruttare al meglio questa situazione è quella di vedere queste due fazioni come complementari, una per il mondo Occidentale, l’atra per quella Asiatica, solo con questo punto di vista in mente le aziende potranno sostenere efficacemente le sfide che la globalizzazione ci pone.

Matteo Buchta

 

Fare branding è fondamentale per promuovere una corretta identità aziendale. Un marchio è una combinazione complessa di nome, logo, concetti associati, prodotti e valori.
In Cina, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente e internet ha reso possibile la connessione e commercializzazione di prodotti e servizi fra paesi di